Emilia Romagna - Ural Sidecar Club

Vai ai contenuti

Menu principale:

Emilia Romagna

I luoghi di culto
Questa è la sezione dedicata ai luoghi di culto. Vi starete domandando cosa intendiamo per luoghi di culto, non è vero? Ebbene i luoghi di culto per un uralista sono quei siti che ci ricordano ardentemente che la moto è una scusa e che poi,in fin dei conti, la cosa più bella, dopo aver divorato la nostra bella dose di chilometri in sella alle nostre “frecce a tre ruote”, non è altro che mettere le gambe sotto al tavolo e rendere onore a Bacco e a Lucullo. Detto in parole povere, dal momento che quando si va in giro non è sempre facile trovare dei posti dove si mangia bene, abbiamo pensato che potrebbe essere utile indicare i ristoranti, trattorie, taverne e trani dove valga la pena di effettuare una sosta per la manutenzione del pilota e del suo passeggero (nel mio caso la moto consuma meno del conducente). Io, con grande sacrificio, mi sono dovuto sottoporre, completamente contro la mia volontà, ad alcuni test culinari dove il mio povero stomachino è stato impegnato dalle specialità regionali più disparate. CHE SOFFERENZA!!! Meno male che mi davano anche del vino per mandarle giù!Se qualcuno ha qualche posto da segnalare, ben venga, sappia però che potrà incorrere nelle iredell’URALISTA DALLO STOMACO VUOTO nel caso in cui il luogo di culto non sarà tale ma luogo di penitenza (posto in cui si mangia poco, male e si spende molto).

TRATTORIA SECONDO BARACCHINO – Via Riviera Po, 5 - 29010 Castelvetro Piacentino (PC) +39 0523 82 35 60 – È appena arrivata la primavera ed io e la Sgionfadura stiamo facendo la prima uscita con la nostra nuova Ural. Passiamo per Cremona e troviamo Gian e la sua simpatica compagna, così si creano i presupposti per un bel pranzo alla buona in compagnia. I nostri amici ci accompagnano fino ad un locale lungo il Po in una vecchia casa colonica. Un posto alla buona, in mezzo alla natura da dove, se si fa attenzione, si riesce a sentire il grande fiume che scorre tranquillo a pochi metri di distanza. I bagni sono fuori e non ci sono stucchi veneziani sulle pareti, ma il servizio e pronto e cordiale. Il menù è quello della tradizione della “Bassa Piacentina”: torta fritta e salumi, pisarei e fasò, pesciolini d'acqua dolce ecc. Per me un posto che vale davvero la pena, sia per l'ambiente che per il cibo.

Segnalato da Marco e Maria
__________________________________________________________________

LOCANDA CACCIATORI – Loc. Mistadello di Castione, 2 – Ponte Dell'Olio (PC) – Tel. 0523.875105 - 0523.877206 - Fax: 0523.876234 - info@locandacacciatori.comwww.locandacacciatori.com 
Avevo organizzato un'uscita in moto invernale con gli amici del Club Millenovecentoventuno ed avevamo pensato che una breve visita a Grazzano Visconti seguita da una genuina mangiata all'Emiliana, sarebbe stato l'ideale. Così, quasi per caso mi sono trovato a prenotare alla Locanda Cacciatori e vi dico che stavolta ci abbiamo preso bene! Pensavo che avrei portato con me i miei due bassotti così, per non aver problemi con gli altri clienti, ci avevano riservato una saletta tutta per noi, con un facile accesso ai servizi anche con seggiola a rotelle e due simpatiche e gentilissime cameriere che ci hanno seguito per tutto il pranzo. Gli antipasti sono stati davvero ottimi, con salumi del Piacentino, chisolini (il nome piacentino del più famoso gnocco fritto) ed altri antipasti caldi. Abbiamo proseguito poi leggeri con un tris di primi tutti fatti a mano formato da: panzerotti alla piacentina, crespelle e tortelli di zucca al tartufo. Dopo una tale abbondanza (abbiamo anche portato a casa quasi una teglia di panzerotti) solo in pochi hanno avuto l'ardire di mangiare il secondo. Altro discorso invece per i dolci, anche questi fatti in casa, che qualcuno ha avuto anche il coraggio di fare un assaggio di ben quattro torte. Chiaramente un caffè e una grappetta digestiva non potevano mancare.
Il conto è stato intorno ai ventotto euro e con quello che abbiamo mangiato trovo davvero ben spesi. Dalla sala dove abbiamo pranzato si poteva godere di una bellissima vista sulle colline tutt'intorno e se dopo il pasto luculliano avessimo avuto voglia di fare quattro passi c'è un bellissimo parco e nella bella stagione, una passeggiata sarebbe stata d'obbligo.

Segnalato da Marco
__________________________________________________________________

BAR – RISTORO …TRA LE NUVOLE – Loc. Penice Vetta m 1462 slm. Menconico (PV) - 0838 574041 – Aperto sabato e domenica a maggio, giugno e settembre, da martedì a domenica in luglio ed agosto.
Se pensate di trovare un ristorante che serve primi, secondi ecc, non ci siamo. Arrivati in vetta si gode di un panorama unico, si può respirare a pieni polmoni e depurarsi un pochino dallo smog inalato in pianura e si può passare un po’ di tempo su una terrazza unica. Intanto che ci siamo però, possiamo gustarci salumi e formaggi, panini e bruschette. Niente piatti ricercati ma tutto di grandissima qualità. Il giro, il panorama e gli affettati, valgono una visita, ve lo consiglio.

Segnalato da Marco e la Sgionfadura nel 2013
______________________________________________________________

SALSAMENTERIA STORICA E VERDIANA BARATTA – via Roma 76 Busseto (PR) – tel. 0524 91066 www.salsamenteriabaratta.it – Facendo una passeggiata sotto i portici della via centrale di Busseto non si può restare indifferenti davanti a questa vetrina con culatelli, salami e prosciutti a fare bella mostra di sé in mezzo a tutti quegli oggetti dell’antica cultura contadina. Entrando le note melodie delle opere verdiane ci accompagnano in questo paradiso dei golosi. Qui si possono assaporare i famosi salumi della tradizione parmense insieme ai formaggi e ai vini della zona, e per i più golosi una bella torta tradizionale per concludere in dolcezza. Se avete intenzione di passare per Busseto una sosta dovete farla, ma attenzione, date un colpo di telefono per farvi riservare un tavolo o rischiate di restare a becco asciutto!!!

Segnalato da Marco e la Sgionfadura nel 2013
______________________________________________________________

I PIFFERI – via Zappati, 36 – Sala Baganza (PR) – tel. 0521 833243 – www.ipifferi.com – e.mail ipifferi@ipifferi.com – Alcune volte veniamo consigliati da un amico, altre troviamo il locale giusto per caso o semplicemente seguendo le indicazioni. In questo caso è andata così e ci siamo trovati in questo casolare di campagna con un grandissimo giardino dove, all’ombra di grandi piante secolari, abbiamo potuto gustare alcuni piatti classici della cucina emiliana e piatti anche rivisitati in chiave più moderna come gli gnocchi elle mele e curry, uno spettacolo.
Segnalato da Marco nel 2011
______________________________________________________________

AGRITURISMO LA FAVORITA – Loc. Bicchignano – Villò di Vigolzone (PC) tel 0523 877412 – www.agriturismolafavorita.it - Giunti in questo posto, a me era sembrato un po’ troppo elegante per essere un agriturismo, e poi c’era anche una manifestazione equestre per cui era pieno. Il servizio pronto e cordiale, ma soprattutto la cucina. Una cucina tipica piacentina con gnocco fritto e grandi salumi, ravioli e tagliatelle fatti a mano e tanti e golosissimi dolci. Non nomino i secondi perché non ce l’abbiamo fatta. Le portate erano per giganti e non ce l’ho proprio fatta così ho chiesto che non ci portassero i secondi. Un posto che vi consiglio caldamente, i prezzi sono ottimi come la qualità delle portate, solo che dovrete affrontare una settimana di dieta per rimettervi in pari!

Segnalato da Marco e al Sgionfadura nel 2010
______________________________________________________________

ALLE RONCOLE – Ristorante con locanda – via della Processione, 179 – Roncole Verdi – Busseto (PR) tel. 0524 930015 – www.alleroncole.it il ristorante chiude il mercoledì.
E’ quasi mezzogiorno e così decidiamo casualmente di fermarci. Come prima cosa chiedo se possono entrare i cani, appreso che sono ben accetti anche loro, ci accomodiamo nel giardino nonostante l’interno molto accogliente ed arredato con grande raffinatezza fosse anche climatizzato. Il menù offre ottime prelibatezze della tradizione parmigiana accompagnati da ottimi vini. Noi optiamo per tortelli d’erbetta con sugo di noci e delle tagliatelle favolose delle quali però non ricordo gli ingredienti, e come secondo un eccellente filetto al tartufo. I prezzi sono più che abbordabili. Se si soffre di celiachia, prenotando, si può avere un menù apposito comprendente tutto quello che mangiano anche gli altri come torta fritta, tortelli ecc, senza glutine. Se siete in zona vi consiglio proprio di sostare, ne vale la pena!

Segnalato da Marco e la Sgionfadura nel 2010
______________________________________________________________

TRATTORIA TRIVELLONI - Loc. San Rocco – Busseto (PR) Tel. 0524 91524 – Specialità “Torta Fritta” e questo già vi dovrebbe fare intuire che ne vale la pena! Il locale è alla buona, senza fronzoli ma la cucina non delude per nulla. Ad accompagnare l’ottima torta fritta* dei salumi di grande qualità degli della grande tradizione parmense. I vassoi arrivano al tavolo come se piovesse ed anche degli stomaci allenati come i nostri non sono riusciti a tenere il passo non rendendo giusto onore ai “Pisarei e fasò” ed ai tortellini di magro. Solo lo spazio per un dolcetto e il caffè. Il tutto accompagnato da quantità industriali di Gutturnio per € 20,00 a persona.
Segnalato da Marco nel 2010
* Per chi non conoscesse questa prelibatezza gastronomica emiliana, non è altro che pasta del pane stesa e fatta friggere che va formare una sorta di panzerotto vuoto da abbinare a salumi. Alias Gnocco Fritto, Chisolino o Crescentina.
______________________________________________________________

DA RENATO loc.Cassano - Ponte dell'Olio (PC) - tel. 0523 878353 - Dopo una visita alla vicina Grazzano Visconti non ci resta che proseguire per la Val di Nure, in un paesaggio che in autunno da il massimo con colori e profumi a dir poco suggestivi. A Ponte dell’Olio in località Cassano c’è la trattoria da Renato, un’osteria storica incastonata tra quelle stupende valli. Ma veniamo al dunque: dopo un pel vassoio di salumi misti, ci siamo buttati su ottimi tortelli di “magro” per poi proseguire con ottimi arrosti misti, funghi fritti e insalata mista. Per chiudere un assortimento di torte fatte in casa. Il tutto per €25 compreso di bevande e caffè. Non consigliarvelo sarebbe stato egoistico!

Segnalato da Marco e la Sgionfadura nel 2007
______________________________________________________________

RISTORANTE PICCOLO FIORE S.Giuliano Piacentino (PC) tel. 0523 826065 – Chiuso Giovedì - Nel mezzo della Pianura Padana, tra le province di Cremona e Piacenza c’è un piccolo paesino con una trattoria simpatica il cui nome ci ha incuriosito, Ristorante Piccolo Fiore. Eravamo i primi ed il locale era ancora vuoto e Paolo, l’animatore, ci ha accolto con grande simpatia e subito ha intonato per noi una canzone di benvenuto, dopodichè ci ha proposto dei filetti di pesce gatto e rane, accompagnate da un bianco piacentino frizzante, un paio di contorni e un bel dolce casalingo per finire. Le dosi erano abbondanti così non abbiamo assaggiato altre cose che avevo visto nel listino. La domenica propongono spalla cotta e torta fritta e al sabato musica dal vivo.Noi abbiamo assaggiato solo due cose e ci sono piaciute l’ambiente è carino e i prezzi sono abbordabili, penso che se passiamo di lì ancora la tappa sarà d’obbligo.

Segnalato da Maro e Maria
______________________________________________________________

HOTEL TRE POZZI Sanguinaro di Fontanellato (PR) - Via Emilia, 129/G Tel. +39 0521 825347 - info@hoteltrepozzi.it - www.hoteltrepozzi.it Abbiamo mangiato all'hotel tre pozzi di Sanguinaro di Fontanellato (Parma) Qualità super, rapporto qualità prezzo incredibile. Abbiamo mangiato: Appetizer quicke di carciofi Gamberi di fiume su maionese liquida al basilico con aceto balsamico tradizionale (da sogno) Risotto con punte di asparagi, porcini e culatello (ritornerei solo per quello...!) Dolce torronata su crema inglese ecc. ecc. Il tutto annaffiato da un buon Gutturnio frizzante e impiattato e decorato ad altissimo livello, posate d'argento, tovaglie di qualita', servizio stupendo con maitre che serve il vino ecc ecc. Conto: 26 euro a testa.

Segnalato da Edi e Angelo nel 2007
______________________________________________________________

LA GOLENA Brescello (RE), via Ghiarole, 19/21 - tel 0522 687336 Chiuso il Lunedì tutto il giorno e il Martedì sera. Come spesso capita, i luoghi migliori si scoprono per caso, così, in occasione del raduno "Peppone e Don Camillo", non trovando posto nel carino locale in centro al paese nel quale eravamo abituati a rifocillarci, ci buttammo, un po' a caso e un po' seguendo i consigli della droghiera, alla ricerca di una trattoria. Seguendo una strada che porta al Po ci si trova in una piccola frazione, due case, una cascina e una trattoria. Appena entrato ho scorto una signora che tirava la pasta a mano per i tortelli, così ci siamo fermati... uno spettacolo! Spendendo veramente pochino abbiamo fatto un'abbuffata colossale a base di torta fritta, un tris di tortelli e carne alla griglia il tutto annaffiato da un buon vino vivace della zona. Anche il servizio non è stato certo da meno, cordiale e amichevole.

Segnalato nel 2007 da Marco e Maria
______________________________________________________________

LA PIOLA DELLE ORTICHE Modena, strada Cave di Ramo, 248 tel. 059 848052 Osteria di campagna fin dal 1752, già Locanda dei carrettieri del Secchia, stazione di Posta e cambio cavalli. Il bigliettino recita: “CIBI E PREZZI DI UNA VOLTA”, e devo confessare che la cosa è abbastanza vera, abbiamo mangiato come dromedari e bevuto come cammelli pagando intorno alle €25 (non ricordo con precisione perché non ho pagato io), ma la cosa più particolare è il titolare che serve ai tavoli che per ogni pietanza ha un racconto da fare con tanto di malauguri a McDONALDS e chi l’ha inventato, ecc.

Segnalato da nel 2005 Marco e Maria.
______________________________________________________________

LA BOTTEGA Brescello (RE), via Cavallotti, 16 tel. 339 3016519Tutti sanno che in quel ridente paesino del Polesine hanno girato le sequenze dei films di Don Camillo e Peppone, e che il motoclub locale organizza un bellissimo raduno. Ma non tutti sanno che nella salumeria nei pressi del tendone allestito per il motoraduno fanno da mangiare e lo fanno pure bene. Si possono degustare specialità emiliane ottime a un prezzo (primo, secondo, vino e caffè) di una ventina di euro. Io, al raduno, ci vado sempre al sabato mattina, in modo da potermi fermare lì a pranzare perché ne vale la pena.PS. Anche le cameriere sono molto carine, cosa che non guasta!

Segnalato da nel 2005 Marco e Maria.
______________________________________________________________


 
Torna ai contenuti | Torna al menu