Toscana - Ural Sidecar Club

Vai ai contenuti

Menu principale:

Toscana

I luoghi di culto
Questa è la sezione dedicata ai luoghi di culto. Vi starete domandando cosa intendiamo per luoghi di culto, non è vero? Ebbene i luoghi di culto per un uralista sono quei siti che ci ricordano ardentemente che la moto è una scusa e che poi,in fin dei conti, la cosa più bella, dopo aver divorato la nostra bella dose di chilometri in sella alle nostre “frecce a tre ruote”, non è altro che mettere le gambe sotto al tavolo e rendere onore a Bacco e a Lucullo. Detto in parole povere, dal momento che quando si va in giro non è sempre facile trovare dei posti dove si mangia bene, abbiamo pensato che potrebbe essere utile indicare i ristoranti, trattorie, taverne e trani dove valga la pena di effettuare una sosta per la manutenzione del pilota e del suo passeggero (nel mio caso la moto consuma meno del conducente). Io, con grande sacrificio, mi sono dovuto sottoporre, completamente contro la mia volontà, ad alcuni test culinari dove il mio povero stomachino è stato impegnato dalle specialità regionali più disparate. CHE SOFFERENZA!!! Meno male che mi davano anche del vino per mandarle giù!Se qualcuno ha qualche posto da segnalare, ben venga, sappia però che potrà incorrere nelle iredell’URALISTA DALLO STOMACO VUOTO nel caso in cui il luogo di culto non sarà tale ma luogo di penitenza (posto in cui si mangia poco, male e si spende molto).

SAN FRANCESCO E IL LUPO - piazza San Francesco 1 (MS) tel. 0187 833064 - chiuso il lunedì - Una piacevole sorpresa per me ed Emidio. Abbiamo preso testaroli alla genovese, ravioli con salsiccia e castagne e un polipo che sembrava burro annaffiati da un ottimo rosso della casa per una spesa di 25€ a testa.
Segnalato da Carlo nel 2017
____________________________________________________________________________

COUNTRY ROOM IL MORO – Podere il moro, 6 – Rosano – Rignano sull’Arno (FI) – www.countryroom-ilmoro.com tel. +39 0558 0303320 – Solitamente segnaliamo solo ristoranti e osterie, ma oggi mi sento in dovere di segnalarvi un B&B perché per noi è stato davvero una scoperta. Un’antica casa colonica ristrutturata nel rispetto dell’architettura originaria, immersa nel verde di vigne e uliveti. Vi si gode di una pace assoluta e c’è anche una piccola piscina fuori terra dove potersi rinfrescare nei periodi più caldi. Il Sig. Alberto e sua moglie sono persone davvero ospitali e disponibili, ma sopratutto ci sanno fare. La colazione con dolci e marmellate fatte in casa con prodotti freschi del loro orto ti fa iniziare al meglio la giornata ma una cena da loro ve la farà chiudere davvero alla grande!!! Con solo un’oretta di preavviso, il Sig. Alberto è andato a raccogliere frutta e verdura nell’orto e ci hanno preparato una cena davvero superlativa anche se di grande semplicità. Senza usare peperoncino perché Maria è allergica alla capsaicina, ci hanno preparato dei fichi neri con salame e dei tipici crostini toscani come antipasto, una pasta con pesto a modo loro con pistacchi e ricotta, delle polpette con dei pomodori dei quali ho ancora nel naso l’intenso profumo e gli immancabili cantucci con il Vin Santo. Nota di merito all’egregio Chianti di loro produzione! Il tutto a una ventina di euro, ma che volete di più!?
Se avete intenzione di visitare il capoluogo toscano, il Moro dista da Firenze solo undici chilometri ed è a mio giudizio una soluzione ideale. Il prezzo della doppia è di €73.00 a notte e mi sembra davvero un prezzo onesto. Unica nota è che non sono riuscito a collegarmi al WI FI che dovrebbe essere accessibile solo nelle parti comuni e non nelle camere.

Segnalato da Marco e Maria nel 2014
____________________________________________________________________________

TRATTORIA LA VALLERANA – LOC VALLERANA CAPALBIO (GR) – www.vallerana.it vallerana@tiscali.it – Tel. 0564 896211 Fax 0564 896050 cell. 329 4058657 – 328 9385324
Amiche ed amici del Club, sono tornato sul luogo ove ho consumato il mio ultimo pasto da carnivoro prima di abbracciare la fede vegetariana. Alla trattoria “La Vallerana” nulla è cambiato rispetto alla mia ultima visita nel febbraio 2007 (vedi Terzaruota n°41); ho ritrovato la stessa atmosfera informale che tanto piace a noi sidecaristi. Si è iniziato con crostini toscani per proseguire con zuppa di funghi, pecorini misti con miele e fritto di verdure toscano, mousse di ricotta impreziosita da miele e pinoli per dessert e gran finale con una grappa di Morellino pregna dei profumi e dei colori della Maremma. Non preoccupatevi, il piatto principale è sempre la carne, o meglio la famosa “Buttera” che prende il nome dal Buttero, il Cow Boy della Maremma: un chilo e due di carne chianina con osso servita cruda su pietra incandescente. Devo confessare che vedere intorno a me gli altri avventori avventarsi (e che possono fare gli avventori se non avventarsi) su splendidi tagli di carne, risentire lo sfrigolio della carne sulla pietra e riassaporare il profumo che ne scaturiva, ha risvegliato ricordi che ritenevo sopiti, ma la fede vegetariana ha avuto il sopravvento: però che fatica resistere!!! Fra le specialità maremmane che si possono gustare sci sono anche: il coniglio al Morellino, le crepes ai funghi, i tortelli ricotta e bieta, il piccione in casseruola, le verdure fritte miste e i tozzetti col Vin Santo. Tipica la cantina con una selezione dei migliori maremmani, dal Morellino di Scansano al bianco di Pitignano, dal Rosso di Capalbio e di Sovara al Chianti. La trattoria si trova in piena “Maremma Maiala”, tra lo Sgrillozzo e Pescia Fiorentina, nelle vicinanze, da visitare assolutamente, Pitignano, Saturnia, Manciano e Capalbio, o quanto mi garbano codesti nomi toscani!!!

Segnalato da Roberto de’ Roma nel 2012
______________________________________________________________

RISTORO IL GIGLIO – via Stagio Stagi, 68 – Pietrasanta +39 0584 79136466 – ristoroilgiglio@gmail.com – Dopo una passeggiata per le vie di questo bellissimo borgo noto per la propensione per l’arte e l’artigianato ed aver tentato di pranzare in uno degli innumerevoli locali con i tavoli all’aperto su quegli antichi selci, incappiamo in questo ristorante dall’arredamento curato e moderno, accessibile anche ai portatori di handicap. Il menù propone poche cose ma invitanti e servite con grande cura. Se cercate un posto dove mangiare bene, stare tranquilli e fare bella figura con i vostri ospiti è il posto giusto.

Segnalato da Marco nel 2011
______________________________________________________________

TRATTORIA DA BENITO – via Martiri della Libertà 2, Orentano (PI)
Tel 0583 23155 chiuso il mercoledì.
Com'è possibile fare una recensione che renda giustizia ad un posto così?! La Trattoria da Benito è il posto in cui ogni amante della "ciccia" vorrebbe andare, il posto in cui (Come dice Robby) "le bistecche dei Flintstones esistono veramente!!!" Con 30 euro ti siedi in un ambiente comodo ed arioso, con dei camerieri che riescono a ricordarsi a mente più di 20 ordinazioni senza sbagliarne una e servendoti con cortesia e velocità. L'antipasto, classicamente toscano, offre i tipici affettati della zona e un assaggio di crostini caldi. Il vino della casa si fa bere amabilmente mentre aspettiamo il pezzo forte della giornata, le megabistecche! Se le dimensioni di queste costate di brontosauro impressionano, non da meno è il sapore e la tenerezza della carne che da sola si scioglie in bocca! Alla fine, sempre nei 30 soldi, si può scegliere fra un vasto assortimento di dolci, la torta del nonno al cioccolato non dovete farvela mancare assolutamente, ancora ne sento il sapore! Poncino alla livornese (anche se siamo in provincia di Pisa...), grappe, limoncelli e caffè vengono elargiti alla fine con generosa abbondanza. Che dire, il nostro Roberto non poteva portarci in un posto migliore!

Segnalato da Gianluca nel 2010
______________________________________________________________

 
Torna ai contenuti | Torna al menu